Campionati Italiani Mounted Games a coppie medaglia di bronzo in Umbria

84

di nico belloni

La storia continua per il Centro Ippico Valvasone e l’Umbria che centra un ennesimo risultato a carattere nazionale. In Umbria la FISE ed il suo comitato Regionale hanno da sempre scelto politiche di promozione degli sport equestri partendo dalle discipline ludiche e dall’importante apporto dei Club che sono volano di una crescita di interesse nel territorio verso l’equitazione. Non stupisce quindi la classifica dei Pony Master Show aretini 2019 che vedono a podio ancora e costantemente centri ippici e giovani della regione Umbria.

Ad Arezzo sono andati in scena i Campionati Italiani Mounted Games a Coppie nei rettangoli gara dell’Arezzo Equestrian Centre durante il Pony Master Show e con il prestigio di essere visionati per i prossimi Campionati Europei e Mondiali di disciplina a Squadre.

I ragazzi di Marina Canziani Piccinini, tecnico e proprietaria del Centro Ippico Valvasone di Magione a pochissimi chilometri dal centro di Perugia, non deludono le aspettative e salgono ancora a podio. Cambiano i pony, crescono gli allievi di Canziani Piccinini, ma il Valvasone Horse Team c’è sempre e si aggiudica la medaglia di Bronzo salendo sul terzo gradino del podio tricolore.

Premiazione di bravissimi cavalieri ed amazzoni del Mounted Games ma anche premio speciale ai tecnici come Marina Canziani Piccinini per l’ennesimo risultato ottenuto con passione e dedizione agli sport equestri praticati sin da giovanissima età.

La FISE Umbria così potrà porre in bacheca un altro trofeo e due nuove medaglie nazionali grazie al Team Valvasone per la gioia del Consiglio e della Presidente Mirella Bianconi che sprona comunque i suoi quadri tecnici e li coinvolge nelle prossime attività. Difatti già si lavora, coordinati dalle funamboliche Federica Marini e Anita Santioni, con le attività club in questa primavera che non vuol arrivare con belle giornate di sole.

In calendario stagionale molti gli appuntamenti da mettere sotto la lente d’ingrandimento. Attese le tappe di fine maggio e giugno con il Circuito Multidisciplinare che sarà concorso valevole per la Coppa Italia Club 2019. Dal “Della Città di Castello Fattoria Caldese” di uno dei progenitori del Progetto Multidisciplinare, Ivan Maragno, all’Oasi di San Liberato nel ternano con le strutture del Circolo Ippico Podere Calledro per cavalcare giocando e mettersi alla prova nelle varie discipline legate ai pony del progetto FISE. Ogni tappa del Circuito Multidisciplinare coinvolge oramai un centinaio di allievi e prepara giovani campioni alle discipline olimpiche. Un buon inizio stagionale per il comitato sia per qualità dei molti binomi sia per la quantità dei centri ippici coinvolti e dei ragazzi impegnati nelle prove a programma dei concorsi.

Endurance è Umbria. I Campionati Italiani Assoluti brillano di Fuxiateam.

Sui due gradini più alti del podio infatti salgono a maggio le due giovani amazzoni umbre del Fuxia Team Italia Endurance di Agello Perugia Carolina Tavassoli Asli (con Valda du Vallois 18,196 km/h, l’ultimo giro coperto a 24,452) e Costanza Laliscia (su Rok, media oraria di 18, 067 Km/h. ma tradito a pochi chilometri dal traguardo dalla perdita di un ferro), in un inedito ordine di arrivo che vede prevalere per una volta Carolina nei confronti della sua amica e compagna di tante gare nonché più titolata amazzone di sempre dell’endurance tricolore; al terzo posto Isabella Bonetto del Brenta Horse Welfare Asd che con Otello ha chiuso la sua gara con una media di 17,912 Km/h.

Teatro dell’evento l’Horse Country Resort Congress & Spa di Arborea, che sabato 18 e domenica 19 maggio 2019 ha fatto da bellissima cornice ad uno degli appuntamenti italiani più importanti per la disciplina delle lunghe distanze.

Carolina Tavassoli, emozionata dopo la vittoria: “Ė un giorno molto speciale che attendevo da parecchio tempo. Questa vittoria mi sta regalando emozioni impossibili da descrivere, tanto è stata dura e impegnativa una gara che chilometro dopo chilometro si è rivelata da conquistare. Il mio grazie è rivolto ancora una volta a tutto il Fuxiateam, una squadra fantastica, ma in maniera particolare a Valda du Vallois: l’ho sentita con me in ogni momento e soprattutto dal quinto giro in poi, quando mi ha lasciato capire di essere pronta per qualsiasi impresa”.

Una gioia anche per Costanza Laliscia questo oro di Carolina: “Non vedevo l’ora che arrivasse la sua vittoria, forse la volevo addirittura più di lei per la grande persona che è e per ciò che ha rappresentato per me in questi anni. Quanto a me, posso solo sottolineare per l’ennesima volta la prova di Rok, un cavallo speciale, sempre capace di sorprendermi”.