Trofeo 4 Regioni: giovani siciliani in evidenza a Caselle di Sommacampagna e Cavaglià

493

Grandissime soddisfazioni arrivano per l’equitazione siciliana dalle più giovani amazzoni e dai più giovani cavalieri del settore ludico. Nelle prime due tappe di Sommacampagna (Veneto) e Cavaglià (Piemonte) del Trofeo delle 4 Regioni i nostri binomi si sono distinti e subito fatti valere. Un evento, quello del 4 Regioni, che quest’anno spegne ben dieci candeline.

 

A Caselle di Sommacampagna e sui campi dello Sporting Club Paradiso (8/10 marzo) i ragazzi de Le Coccinelle, che hanno fatto parte di squadre miste, hanno chiuso con un primo e un terzo posto nella categoria A3 qualificante a squadre delle prove dei Pony Games.

 

Il primo posto – nella squadra dal nome Rondicoccilù – è andato, dunque, a Ginevra Scibilia su Flicka dell’Alba e a Nicolò Scarpato su Cherie con 86 punti. La terza piazza, invece, ha visto protagonista nella squadra Poker Team, Riccardo Italiano in sella a Charlye con 55 punti.

I giovanissimi siciliani sono stati accompagnati dal tecnico Teresa Coppolino.

 

Successi targati Sicilia anche nella seconda tappa del Trofeo che si è svolta, dal 5 al 7 aprile, negli impianti J&G La Scuderia di Cavaglià in provincia di Biella. Protagonisti indiscussi della categoria A3 qualificante dei Pony Games del secondo appuntamento del Trofeo, sono stati ancora una volta Ginevra Scibilia su Flicka dell’Alba e Nicolò Scarpato su Cherie. I due giovani de Le Coccinelle si sono aggiudicati la gara, come componenti della squadra mista Rondicoccilù. Il team, formato da atleti del C.I. Le Coccinelle, C.I. Rondinella e C.I. Gran Pilù, hanno chiuso al termine delle tre sessioni con 89 punti in vetta alla classifica di categoria. Un successo arricchito grazie al terzo posto ex aequo ottenuto dal compagno di circolo Riccardo Italiano su Charlie, parte del Poker Team (composto anche da rappresentanti del C.I. Castellano e del Peter Pan Asd), che ha totalizzato 53 punti nella stessa gara. I giovani siciliani sono stati accompagnati, in entrambe le occasioni, dal tecnico siciliano Teresa Coppolino.

Sono risultati che inorgogliscono tutto il mondo dell’equitazione siciliana e confermano l’ottimo lavoro svolto dalla base del settore ludico isolano.