CONTINUA CON GRANDE FERMENTO IL TROFEO DEI TRE MARI

638

di Deborah Giorgi

 

Ha condotto ad una grande partecipazione il Trofeo dei Tre Mari 2019, grande fermento soprattutto in vista della partecipazione per la prima volta anche del Lazio e dell’Abruzzo, oltre a Puglia, Campania, Calabria e Sicilia che già avevano siglato le edizioni precedenti. Ricordiamo che l’iniziativa partita dalla Puglia, grazie alla felice intuizione di Francesca Angelini sostenuta dal Comitato Regionale Fise Puglia e dal Presidente Francesco Vergine, può quest’anno contare su un parterre di partenza che già si stima sui 95 iscritti dai 5 anni in su, che si cimenteranno nelle varie tappe nelle più svariate discipline di Pony e Mounted Games, Gimkana 2 e Jump 40. Si tratta di tappe valide anche come prove di Campionato Regionale Club e prima selezione per le Ponyadi per le discipline ludiche in programma.

 

SUPER KAIMAN BOY PER IL PRIMO GRAN PREMIO TERRA JONICA

 

È “super” Kaiman Boy, stallone di 7 anni (Kannan/Iman V della Ficora/ Fougueux), approvato dal MIPAAF, Classe A, di proprietà della Società Agricola 4 C, che con Nicola Bellacicco vince il primo Gran Premio “sfornato” dall’AsD Horse Club Terra Jonica, all’esordio dell’inaugurazione, con un netto nei rispettivi percorsi e un tempo conclusivo di 35 e 42. Tempo che sarebbe stato battuto solo da Francesco Vergine che nel secondo percorso conduceva con un tempo di 33,96, ma che, per una “pelata” che gli costa una barriera, scivola dai primi gradini del podio. Piazza d’onore con l’argento per la giovane Serena di Santa Domenica con Maria Luigia Aloi che chiude a 36,09. Terzo il “Pikiniello pugliese”, Luca Miccoli con Ronnie della Baronessa. Ottimo quarto Gian Maria Gabriele Prete.

 

SCENARIO DA CAPOGIRO E INAUGURAZIONE COM MARCO DI PAOLA

 

Uno scenario da capogiro quello che ha ospitato il primo concorso ippico del mese di Aprile in Puglia. Una location, l’AsD Terra Jonica, neo affiliata Fise, che con i suoi spazi sottratti all’incuria e restituiti alla naturale bellezza, certamente farà parlare di sé in tutt’Italia. La struttura si incunea nel Parco Naturale ‘Le Tagghiate’ di San Giorgio Jonico, a Taranto, uno dei luoghi più suggestivi del territorio pugliese; qui è stato sapientemente ricavato il campo gara, una vera e propria ”Arena”, da un’antica cava tufacea, che si estende per più di due chilometri sul fianco della Collina Belvedere, ultima propaggine delle Murge Tarantine e alle cui pendici si trova il centro abitato di San Giorgio Jonico.

 

MARCO DI PAOLA IN PUGLIA

 

A sugellare l’inaugurazione dell’AsD Terra Jonica sono intervenute oltre numerose Autorità, il Sindaco di San Giorgio Jonico, Mino Fabiano, il presidente Marco Di Paola, che ha plaudito l’importante iniziativa e l’inusuale investimento privato e il Presidente Francesco Vergine, presente oltre che a titolo istituzionale anche in qualità di cavaliere con piazzamenti in tutte le Alte.

 

ALTALENA DI GRAN PREMI

 

Gran Premio per Bibanta e la sua amazzone, Micaela Bosso, del Montecolucci, che con gran cuore si aggiudicano il Gran Premio saltando in modo fantastico e firmando l’unico doppio zero del nazionale di marzo organizzato dal Circolo Ippico “Colò” di Lizzanello. Antonello Andrisano con BPdB Incanto dei Dioscuri è il vincitore del Gran Premio C135 della settimana successiva all’inaugurazione del Terra  Jonica, che dal 15 al 17 ha ospitato la Tappa MiPAAF pugliese. Mentre va a Luca Miccoli l’altra vittoria del GP 7 anni, con un doppio netto e barrage veloce, che gli frutta la partecipazione a Piazza di Siena, insieme alla principessina Lady Rose della Baronessa.

 

PER LA BASILICATA, MARIA VITELLI OTTIENE UN BUON RISULTATO NEI CAMPIONATI AMAZZONI

 

In concomitanza con il campionati italiani senior di salto ostacoli, a San Giovanni in Marignano, in Emilia Romagna, si sono svolti i Campionati Italiani Amazzoni: per il Criterium di I e II grado, ha preso parte Maria Vitelli, tesserata presso il Tucci Team di Policoro con il suo baio di 13 anni, di origine tedesca, Caretino T. L’amazzone lucana ha siglato un dignitosissimo 14° posto su 62 concorrenti al via, provenienti da tutta la penisola, isole comprese, iniziando la prima giornata con un percorso netto e la decima posizione provvisoria, scalando all’8° nella giornata di sabato e scivolando al 14° nella giornata conclusiva, dove la young-rider, seguita dal tecnico federale Vincenzo Tucci, ha commesso due errori, complici l’emozione e la poca dimestichezza con importanti eventi federali. “Mi ritengo molto soddisfatta dell’esperienza in riviera, era il mio primo campionato italiano amazzoni e, se non avessi commesso i due errori nella finale, sarei addirittura salita sul podio. Cercherò di farne tesoro, per poter migliorare le performances sportive, così da essere competitiva con i binomi più esperti”.

 

A FILIPPO MELIDORO L’ORO A SAN GIOVANNI IN MARIGNANO

 

Tocca la Medaglia d’oro al cavaliere lucano Filippo Melidoro, ai Campionati Italiani di Salto Ostacoli, svoltisi dal 12 al 14 aprile scorsi, presso gl’ impianti sportivi dell’ Horse Riviera Resort di San Giovanni in Marignano, sulla riviera romagnola. Melidoro, allievo di Vincenzo Tucci, classe 94, in sella al suo fidatissimo sella italiano morello Qartz di 18 anni, ha tenuto una condotta di gara di tutto rispetto, siglando la vittoria nella prima giornata sull’altezza di 130 cm, passando in seconda posizione nella giornata successiva avendo commesso un errore nella categoria da 135 cm, e siglando, poi, a suggellare la vittoria, uno splendido percorso netto, con vittoria di categoria e titolo nella giornata conclusiva, su di un percorso tecnico e insidioso, da 135 cm.

 

MELPIGNANO, OLMI D’ONOFRIO TUTTI IN PUGLIA PER LA PREPARAZIONE TECNICA E LA CULTURA EQUESTRE

 

Nell’ambito dello stage di cultura del Mare svoltosi presso il Circolo Ippico “Parco di Mare” a Fasano, l’horsemanship, Francesco Melpignano, ha tenuto un corso, a cui hanno partecipato numerosi allievi, molto affollato, sulla cultura equestre e del cavallo.