L’ENDURANCE CHE APPASSIONA SEMPRE PIÙ GIOVANI PONISTI PUGLIESI

348

di Deborah Giorgi

 

Sono già un nutrito drappello i ragazzini che in Puglia si stanno sempre di più appassionando all’Endurance. Già proprio quella disciplina, ormai da tempo sotto l’egida Fise, che forse più di ogni altra rispetta il cavallo e le sue naturali propensioni.

In Puglia la seconda tappa del Campionato Regionale, svoltasi nel collaudato percorso  del Centro Visite di Torre Guaceto, un itinerario che in un percorso ridotto per i più piccoli, promuove le bellezze della Puglia, complice  la macchia mediterranea, le distese di olivi e le vasche di colture delle biodiversità, con le tipiche Salvia, Rosmarinum, Thimus, Origanum e altre Laminacee, ha  evidenziato il crescente interesse anche da parte degli istruttori, che intravedono nella disciplina, una modalità di crescita equestre per i loro ragazzi, indipendentemente poi dal futuro sportivo che ognuno di loro deciderà di intraprendere. In questa seconda tappa, infatti,  accanto agli istruttori che da tempo hanno proposto tra i loro ragazzi l’endurance, come Vittorio Viti, Antonio Perrone e Marina Zizzi, Ornella Starace e Francesco Spanò,  e la “formanda” Chiara Cervellera, con i suoi pony, altri istruttori  come Domenica Ciraci e Paola Rotolo, che con curiosità e attenzione e, perché no, anche coraggio,  hanno voluto affacciarsi all’endurance.

Quattro le categorie proposte dalla seconda di Campionato organizzata dall’Oasi del Cavallo di Carovigno  a ridosso dell’Internazionale di Endurance con una Fei di 90 chilometri, impeccabile per organizzazione e tempi. Ad aggiudicarsi la Categoria Pony Elite, la 9 chilometri,  è stato con Olimpya, Alessandro Lorusso,  tra i più appassionati della scuola di Viti,  già argento nella Elite Regionale 2018. Seconda piazza nella stessa categoria per la sedicenne Flavia Semidai,  su Vanity di Scasserba, della Scuderia Scasserba, Flavia monta a cavallo da circa quattro anni, anche lei titolata nel campionato regionale  endurance 2018.  Terza classificata Gaia Tartarello, giovane promessa in sella presso la Fattoria pedagogica Scasserba, molto appassionata di endurance, tanto da aver scelto Festa, una bella Haflingher, saura dorata.  Quarta posizione per la sedicenne Sara Maggio, in sella da quattro anni, alterna la pallavolo con l’equitazione. Conclude nei tempi con Paprika di Scasserba .

Per la categoria B la sei chilometri, sul podio il pluripresente  Circolo Viti Horse Club con Pietro Ninnivaggi, 11 anni, tanta passione, e primo in classifica nelle regionali 2018, conclude con la pony pezzata Asia, che nella stessa gara porta sul podio come secondo classificato anche Matteo Caputo, pure  lui campioncino regionale in erba 2018, della scuola di Altamura, appassionato oltre che di equitazione anche di basket e calcio.

Per la categoria A,  la tre chilometri, in premiazione la mitica Nutella, una bella pony  della Fattoria Scasserba, che ha partecipato lo scorso anno alle Ponyadi e ai campionati  e che ha portato Fabiana Greco, alla sua prima gara di endurance, a vincere la categoria.  Seconda con Regina, Beatrice Pastorelli, new entry del Circolo Ippico Tarantino di Paola Rotolo, proveniente dal salto ostacoli.  Terza Ilaria Sellitto, sin da subito appassionata all’endurance, tredici anni e una bella volata con il collaudato grigio My Little Pegasus. A seguire in classifica Alessandra Fullone, anche lei del Circolo Ippico tarantino, proveniente dalla stessa disciplina del salto ostacoli. My Little  Pegasus  porta in volata  quinto in classifica ancora il dodicenne Lorenzo Pascali, in sella da cinque anni  sempre proveniente dalla scuola Rotolo. Concludono la categoria con Pia di Scasserba  Alessia Logorio alla sua seconda gara e Cristina Corona, grande appassionata di cani e gatti.

Si aggiudica la categoria Avviamento, alla sua prima uscita nel mondo dell’Endurance,  il “giovane Lenti”, Cosimo Lenti, figlio d’arte,  che conclude la sua tre chilometri accompagnato in gara dalla sua mamma istruttrice Domenica Ciraci.

Tantissimi i premi a conclusione delle categorie messi in palio dal Comitato Organizzatore dell’Oasi del Cavallo e soprattutto da una prodiga Maria Convertini, in duplice veste come Commissione veterinaria della gara e padrona di casa.

 

PRIMAVERA A CAVALLO

PER LA PRIMA VOLTA LA FISE PUGLIA  PORTA L’ENDURANCE CON UN INTERREGIONALE PONY

 

 

Dal 3 al 5 Maggio a Martina Franca a Parco Ortolini avrà luogo un Campionato Interregionale  Pony su due tappe, la prima delle quali si svolge appunto in provincia di Taranto. La seconda finale si concluderà  in  Campania con cui si gioca appunto l’interregionale.

L’interregionale di Parco Ortolini sarà valevole anche come terza  tappa del Campionato Regionale. Le categorie previste saranno: Avviamento, Categoria A, Categoria B ed Elite.

 

SELEZIONI PER PIAZZA DI SIENA

IN FERMENTO I GIOVANI DEL SALTO OSTACOLI

PER LE SQUADRE  DI PUGLIA E BASILICATA

 

Procedono le selezioni per la Coppa delle Regioni di Piazza di Siena. In corso nella Regione e in  Basilicata gli stage di aggiornamento,  con  il cavaliere Giuseppe D’Onofrio, referente designato per la selezione e la formazione.   A completamento i Concorsi di Salto Ostacoli individuati  al Colò,  al nuovo Club Terra Jonica di San Giorgio Jonico in provincia di Taranto ed infine a Copertino presso il Circolo Ippico il Monte il 10 e 12 Maggio. Al momento in cui scriviamo gli scenari sono assolutamente aperti sia per la squadra pugliese che per quella lucana. Bisognerà attendere il proseguo dei concorsi e l’aggiornamento con il tecnico D’Onofrio per stabilire la squadra che dovrà calcare le scene in questa edizione 2019.

 

ETOLOGIA  AL BRANCASI

SI FA STRADA LA CULTURA DELLA CONOSCENZA

 

 

Il Circolo Ippico Brancasi di Brindisi ha ospitato un interessante  corso di etologia e cultura equestre con il maestro Andrea Olmi che ha dimostrato l’importanza dell’equilibrio a cavallo, il riuscire a saltare senza redini e testiera  con l’ausilio della  comunicazione non verbale e del feeling che riusciamo a ricreare con i nostri cavalli.

foto Guia Pavese